SPORT MISSIONE COMUNE Bando 2018

In primo piano, News

Dal prossimo 5/07/2018 i Comuni potranno inviare la propria candidatura per accedere ai 100 milioni di euro di mutui agevolati previsti dal bando 2018 “Sport missione Comune” per riqualificare e mettere a norma gli impianti sportivi, anche quelli nelle scuole.
La presentazione della propria candidatura potrà essere presentata sino al 05/12/2018.
Ciascuna istanza dovrà essere relativa ad un solo progetto o lotto funzionale.
Sono escluse le piste ciclabili ed ciclodromi destinatari dell’iniziativa dedicata “Comuni in Pista”.I Comuni dovranno presentare almeno progetti definitivi o esecutivi di: costruzione, ampliamento, attrezzatura, miglioramento, ristrutturazione, efficientamento energetico, completamento e messa a norma di impianti sportivi e/o strumentali all’attività sportiva, anche a servizio delle scuole, ivi compresa l’acquisizione delle aree e degli immobili destinati all’attività sportiva.

Tra le spese ammesse a contributo:
– lavori, opere civili ed impiantistiche;
– spese tecniche per la realizzazione dell’intervento (spese di progettazione, direzione lavori, collaudi, diagnosi e certificazione energetica, ecc.);
– spese per l’acquisto di attrezzature sportive, purché di stretta pertinenza dell’impianto sportivo;
– spese per l’acquisto delle aree sulle quali dovranno essere realizzati gli impianti sportivi.

Il bando 2018 ha una novità rispetto alle edizioni precedenti: sono ammessi lavori anche per impianti sportivi a servizio delle scuole, con particolare riguardo al cofinanziamento a carico degli enti dei mutui di provvista BEI a totale carico dello Stato nell’ambito del “Piano triennale di Edilizia Scolastica relativo al periodo 2018-2020”, ivi compresa l’acquisizione delle aree e degli immobili relativi ad attività sportive.

I fondi verranno ripartiti in tre parti:

– un terzo per gli interventi realizzati dai Comuni fino a 5mila abitanti (per ciascun soggetto importo massimo complessivo 2milioni);
– un terzo per i Comuni non capoluogo fino a 100mila abitanti e Unioni di Comuni o Comuni in forma associata (per ciascun soggetto importo massimo complessivo 4 milioni);
– un terzo per Comuni capoluogo, Città Metropolitane e Comuni superiori a 100mila abitanti (per ciascun soggetto importo massimo complessivo 6milioni).

I mutui avranno una durata massima di 15 anni; nel caso in cui i mutui abbiano durate superiori e fino ad un massimo di 25 anni il contributo concesso a totale abbattimento della quota interessi sarà calcolato sulla durata massima di 15 anni e distribuito in quote di eguale importo su tutta la durata del piano d’ammortamento.