SPORT BONUS 2018

News, top2

Bonus sport 2018: con l’entrata in vigore della Legge di Bilancio sono state introdotte importanti novità nel settore sportivo in merito alle agevolazioni fiscali previste: l’introduzione di un credito d’imposta per l’ammodernamento di impianti sportivi. La manovra ha introdotto anche un credito d’imposta in caso di erogazioni liberali finalizzate alla ristrutturazione degli impianti pubblici.

Il comma 363, art. 1 della Legge di Bilancio 2018 ha introdotto un credito d’imposta nella misura del 50% per le erogazioni liberali fino a 40.000 euro effettuate nel corso dell’anno solare 2018 per interventi di restauro o ristrutturazione di impianti sportivi pubblici, anche se gestiti da concessionari privati. Il credito d’imposta al 50% delle erogazioni effettuate nei limiti del 3 per mille dei ricavi annui è utilizzabile esclusivamente in compensazione in 3 quote annuali di pari importo.

Lo sport bonus, che attualmente ricordiamo essere in vigore esclusivamente per le erogazioni liberali effettuate dal 1° gennaio al 31 dicembre 2018, prevede in capo al destinatario del contributo specifici adempimenti.

Secondo quanto previsto dal comma 365, art. 1 della Legge di Bilancio 2018, i destinatari del contributo dovranno comunicare immediatamente all’ufficio sport tenuto presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri l’importo delle somme ricevute e la loro destinazione, che dovrà esser resa pubblica anche sul proprio sito internet.

Entro il 30 giugno di ogni anno successivo a quello di erogazione della donazione e fino al completamento dei lavori di restauro o ristrutturazione, i soggetti beneficiari dovranno comunicare all’ufficio sport lo stato di avanzamento dei lavori, anche mediante una rendicontazione delle modalità di utilizzo delle somme erogate.